SALUTE

A MALI ESTREMI...

fridge
Spulcinado il web mi son imbattuto sulla "solita" news strampalata...almeno all'apparenza!

Sull'isola britannica di jersey situata nella Manica esiste un centro di recupero per tartarughe,la direttrice anche a causa dei cambiamenti climatici in corso ha adottato una pratica abbastanza particolare per mandare in letargo le 75 tartarughe presenti.Solitamente la temperatura invernale scende sotto gli 8° e permette ai cheloni di "assopirsi" e passare la stagione tranquillamente secondo natura,ma a causa degli sbalzi climatici il rischio e' quello di scombussolare i cicli vitali delle tartarughe.Nel nord europa la pratica di sistemare in contenitori con temperatura programmata e' diffuso da anni a causa del freddo pungente scandinavo;tanto piu' che all'interno delle abitazioni il riscaldamento e' troppo forte e non permetterebe alle piccole di andare in letargo.
Sicuramente la foto lascia un po' esterrefatti piu' che altro perche' viene proposta in versione "kitch" con peperoni,mozzarelle,maionese ect..ma il ragionamento secondo me e' giusto e nei casi in cui e' a rischio la vita delle tartarughine e' preferibile.L'importante e' poter arieggiare di tanto in tanto per non rischiare una "morte nel sonno".

|

ASCESSI AURICOLARI

Immag150

Una scarsa cura dell'acquaterrario e della sua pulizia puo' provocare la proliferazione di batteri e virus.Molto frequenti sono gli ascessi auricolari dovuti ad un accumulo di pus che col tempo si stratifica e solidifica all'altezza dell'orecchio medio(cellule epiteliali).
L'unico modo per risolvere la situazione e' affidarsi ad un veterinario per rettili che con un intervento chirurgico asportera' il pus applicando dei punti se necessari.Decorso post operatorio da effettuare all'asciutto per alcuni giorni con spruzzatine d'acqua per garantire l'idratazione.
|

GOTTA


I sintomi di questa patologia sono : arrossamenti e edemi cutanei che indicano una difficile circolazione sanguigna, malformazioni del carapace (vedi MOM) dovuti alla deposizione intrarticolare dei cristalli di acido urico oppure difficolta' motorie associate a mancanza di appetito.
Le cause dell'insorgenza di questa malattia sono da ricercare nella inadeguate condizioni di allevamento (idratazione insufficiente per specie originarie di climi umidi) e ovviamente di un'alimentazione con eccesive proteine(animali e vegetali) e purine ( contenute negli alimenti per gatti,alici,sarde).
Per l'ennesima volta da mettere sotto accusa i GAMMARUS (gamberetti essiccati),prodotti che del pesce ormai hanno solo l'aspetto estetico e che invece provocano un accumulo di acido urico negli organi interni dell'animale(fegato,milza,reni e vescica).


esculapio
http://www.serpenti.it/veterinari.htm
http://www.rettili.net/veterinariarettili.php
http://www.tartaportal.it/index.php?pid=19
|

MOM...la piramide che non va bene!

Immagine 4

MOM Sta per malattia ossea metabolica
Un'alimentazione non corretta e l'insufficiente esposizione ai raggi solari o surrogati( vedi lampada raggi uva-uvb) portano a questa patologia che a lungo andare provoca rachitismo e morte dell'esemplare.Inoltre un eccesso di Ossalati (presenti nei cavoli e spinaci) provoca lo scorretto assorbimento del calcio.
L'unico rimedio per evitare tale situazione e' cercare di stare attenti a delle semplici regole di allevamento.Come per noi umani la dieta deve essere piu' equilibrata possibile e variare gli alimenti evita l'insorgenza di patologie pericolose quali IPOVITAMINOSI( da carenza vitaminica) GOTTA (da eccessive alimenti proteici) DISSENTERIA E PROBLEMI INTESTINALI (eccesso di frutta) MALFORMAZIONI DEL CARAPACE E MOM (carenza di calcio,vitamina D3,luce solare o eccessivo fosforo).
Per un breve riepilogo degli alimenti vi rimando alla pagina sull'
ALIMENTAZIONE
|

IPOVITAMINOSI A

Pasted Graphic
A prima vista una tartarughina con le palpebre cosi' gonfie potrebbe sembrare essere vittima di una congiuntivite o peggio ancora semplicemente in fase di "letargo"...Al contrario e' importantissimo non cadere in errore,perche' nella maggior parte dei casi si tratta di IPOVITAMINOSI ,ossia carenza di vitamina A e quindi dovuta a dieta squilibrata.Ogni tartarughina neonata alla nascita ha una riserva di questa vitamina nel fegato che le puo' bastare per i primi 6 mesi,da quel momento in poi e' FONDAMENTALE nutrirla in modo da non farle mancare tale principio nutritivo.Se le palpebre sono completamente chiuse sara' necessario nutrirla con integratori iniettati in bocca e nel giro di qualche giorno dovrebbe riuscire a guarire.In caso contrario andate dal veterinario subito.La dieta per prevenire tutto cio' comprende pesciolini, lombrichi, grilli, moscerini, larve di insetti,piante acquatiche, tarassaco, insalate, radicchi e carote grattuggiate per il betacarotene. Happy
Si puo' somministrare un prodotto vitaminico come l'Arovit (anche per umani) da diluire in rapporto 1/20 con acqua.Una volta alla settimana si inoculera' una goccia per ogni 200gr di peso della tartaruga.Senza miglioramenti rivolgersi subito ad un veterinario
|

NIENTE GUARDONI PLEASE....

Pasted Graphic


Mi son sempre fatto una domanda?Chissa' come mai la maggior parte dei possesori di tartarughe d'acqua possiede tartarughe femmine?
Come molti sapranno le dimensioni che raggiungono variano molto in base al sesso.Mentre i maschi possono raggiungere i 15-18 cm di lunghezza,le femmine arrivano anche a 30cmGasp Ovviamente sto parlando delle "nostre" tartarughine perche' quelle marine(vedi foto) son difficilmente allevabili in cattivita' Laugh
Comunque tornando a noi...il motivo di questa predominanza delle femmine e' presto detta.
Come per molti rettili la determinazione del sesso è legata alla temperatura di incubazione delle uova. Se le uova vengono incubate sotto i 26°C i maschi saranno piu' probabili e i tempi di incubazione varieranno dai 100 ai 120 giorni. Mentre, ad un'incubazione sopra i 30°C, nasceranno prevalentemente femmine  ed i tempi varieranno dai 60 ai 70 giorni.Per cui la maggior parte degli allevatori per diminuire i "tempi" Sad aumentano le temperature e il "danno" e' fatto.
|

SOLE SOLE SOLE Winking

71224500_1d9469965e
Ovviamente sarebbe megli che le vostre tarte potessere stare quotidianamente sotto i raggi del sole,ma visto che non siamo all'equatore la cosa importantissima per permettere al carapace di rimanere sano e "solido" e' una LAMPADA A RAGGI UVA UVB!
Incommercio ve ne sono di vari modelli,marche e prezzi ovviamente.In rete avrete l'imbarazzo della scelta a trovare quella che fa al caso vostro dal punto di vista del portafoglio (vedi "Siti da vedere").Per farvi un idea sulla parte tecnica vi consiglio un giretto qui TEST LAMPADE
Io ho acquistato una lampada che non costava molto,per poi scoprire che l'emissione di raggi uva-v e' praticamente nulla... Sad
Non fate il mio errore e ,se potete,investite qualche € in piu'.Le vostre tarte vi ringrazieranno!!!
ps.c'e' il sole....scappo a mettere Sgaia all'aperto Winking
|

Da dove iniziamo...

47656824_785de9ee30_m

E dopo dicono che non sono animali intelligenti?!Guardate qua,adirittuta due cervelli!!
A parte gli scherzi...chi ha la possibilita' di vivere con una tartarughina per casa riuscira' a scoprire molte cose sul loro carattere,le loro abitudini e preferenze.La mia Sgaietta ad esempio adora starsene a prendere il sole(o lampada,in inverno) con le zampe ben distese per aumentare la superficie che riceve il calore.FURBA NO!?
Mi raccomando ancora di non sottovalutare l'importanza dei raggi solari o surrogati.Senza di essi le vostre tartarughine non riusciranno ad assimilare nessun tipo di nutriente(vitamina D3) fondamentale per la robustezza del carapace.I raggi non devono assolutamente essere "filtrati" da vetri o plexiglass che bloccherebbero i raggi uva-uvb.
|